J’Accuse

PSX_20200107_135222
“Puro Amore” – polaroid , Model : Ilenia

Secoli or sono il mio nome fu Psiche.

Ripudiata, osteggiata e messa a dura prova per la mia ingenuità, per quel cuore di fanciulla, che tutti additarono a debole e traditore. La mia colpa? Voler osservare per una volta, una soltanto tanto sarebbe bastato, il volto del mio sposo.

In una nota fiaba il mio nome fu Belle.

Ahi, che pena! Rischiai di perdere tutto, io che possedevo così poco, per una rosa la cui esistenza avrebbe dovuto essermi nascosta.
Il mio nome oggi è Regina, Vostra Maestà e qui oggi io muoio, divorata da una belva e ancora additata a colpevole e traditrice. La mia colpa nuovamente voler conoscere l’uomo a cui ho donato il cuore. “Non salire sulla torre. Non liberare la bestia”. Promisi, lo ammetto. E ruppi il mio voto.
Signori di questa giuria, ditemi se è questa una colpa da pagare con la morte! Mi sono donata senza riserve, non ho celato il mio viso nel buio, non posseggo rose nelle mie stanze se non quelle che il mio Sire mi ha donato, non ho belve feroci nel cuore al di fuori di quella che io stessa posso essere per chi minaccia il mio amore.

I segreti, Signori! Loro dovrebbero essere sul banco degli imputati, non io! Non ci viene forse insegnato da secoli, che l’onestà e la trasparenza sono alla base di qualunque rapporto? Il lieto fine di Psiche e di Belle, non fu forse loro concesso per la loro onestà, per la loro forza nel superare le prove, per il dolore che hanno patito? Finanche Giove si mosse a compassione! E ora qui io muoio, per un segreto che se condiviso avrebbe pesato meno, io che strega avrei potuto spezzare quel sortilegio. ma non mi venne data fiducia. Quella fiducia che voi accusate solo me di aver infranto.

PSX_20200107_134056
“Puro Amore” – polaroid , Model : Ilenia